Viaggio tra le stelle all’Osservatorio Astronomico di Cima Rest

Avete mai pensato di fare un viaggio tra le stelle? Detto così può suonare strano ma bisogna necessariamente essere degli astronauti per perdersi tra i meandri della volta celeste. Tra le tante esperienze che si possono fare nella zona del lago di Garda c’è anche questa, possibile oggi grazie all’istituzione dell’Osservatorio Astronomico di Cima Rest, nel comune di Magasa (BS).

Realizzato nel 1994 e pienamente operativo a partire dal 1997, l’Osservatorio Astronomico di Cima Rest è il frutto della passione e del lavoro dell’Associazione Astrofili di Salò che aveva individuato già da tempo nella zona dell’alta Valvestino – a 1.300 metri di quota – il luogo ideale per osservare e ammirare il cielo notturno. Un ambiente naturale privo di inquinamento luminoso per godere lo spettacolo offerto da stelle e pianeti e una grande soddisfazione per i suoi ideatori considerato che, seppur piccino, l’Osservatorio vanta la scoperta di alcuni corpi minori tra cui, nel 2007, quella dell’asteroide 221769 Cima Rest.

L’idea di base dell’Osservatorio contemplava due strutture separate, la prima dedicata al pubblico e alla divulgazione e la seconda, dotata di un telescopio più potente e adeguato, all’attività osservativa e di ricerca. L’impulso maggiore alla costruzione dell’Osservatorio è stato quello fornito dai soci che hanno dedicato anima, corpo e finanze alla realizzazione di un sogno, con una particolare menzione a Mario Tonincelli, autore del progetto, e a Pietro Menga che si è occupato del telescopio dedicato alle osservazioni per il pubblico e delle dotazioni software e hardware che gestiscono e pilotano le funzionalità dell’osservatorio.

E quando alla base di tutto c’è la passione, i risultati non possono che essere eccellenti! L’Osservatorio Astronomico di Cima Rest è infatti entrato a far parte del progetto di valorizzazione della Valvestino ottenendo un significativo contributo economico confluito, oltre all’acquisto di strumentazioni ottiche e tecniche, nella costruzione della foresteria e della stanza di controllo del telescopio principale.

Per prenotare è sufficiente contattare telefonicamente l’InfoPoint della Valvestino al numero 0365 745060, disponibile tutti i giorni tra le 10.00 e le 12.00. La capienza massima della struttura impone il numero chiuso di 25 visitatori per turno, il che consente un’esplorazione un po’ più intima e raccolta della volta celeste.

Diana Facile

Per ulteriori informazioni, consultare il sito ufficiale dell’Osservatorio.